a Mirella
 
In un giorno di luglio,
proprio oggi,
hai lasciato
che la vita, le montagne,
la natura,
l'affetto e il pianto
fossero solo nostri.
Hai cancellato bruscamente
dai mille volti
di noi donne
il tuo sorriso,
testardo,
raggiante sempre,
nonostante la vita
avara con te,
e il dolore.
Quel tuo sorriso
incrollabile,
come la tua speranza,
doveva vincere tutto,
anche il male degli altri.
Ne eri convinta,
si leggeva negli occhi,
lo dicevi con voce,
che pareva felice.
Come possiamo ora,
oggi,
pensare
che tornerą la primavera
lassł a Tualis?

 

  7  luglio 2001

 con affetto, per sempre,
 e grazie

                    Annamaria