I capi di corredo raccolti nella collezione sono tutti ricamati a mano con varie iniziali, in molti ricami predomina il colore rosso.
Il capo più curioso è un paio di mutandoni da donna tutti aperti. Vi sono anche i corpetti (còmes), le sottovesti, le sottogonne, le camicie da giorno, ecc.
Particolarmente raffinato il corredino da bimbo preparato con molta cura, le fasce, le camicine, le cuffiette e tutto l'occorrente per la culla.
 

   
  còmes, corpetti
 

Il costume di Maria Zef

Il costume, di proprietà di Margherita Del Fabbro (1881), è stato indossato dalla stessa fino alla sua morte. Nel 1980, nel film friulano "Maria Zef" diretto da Siro Angeli, la protagonista "Rosute" indossava il vestito di Margherita.
Il costume è formato da:
Un comès (giacchettina di picchè operato); una sottoveste di pizzo bianca; un fazzoletto a fiori con fondo nero; una gonna grigio scuro con passa manica; due grembiuli: uno verde e uno azzurro a fiori di cotone.

Il costume da sposa
Era tradizione che le donne, quando andavano a nozze, indossassero il tipico costume carnico spesso impreziosito da capi di valore. Come si può notare nel costume originale di una sposa di Collina, completato da un grembiule in organzino bianco che lo rende particolarmente raffinato ed elegante.

Iu scarpèz: le tipiche calzature in stoffa

il corredino da neonato