E' una grande fortuna averlo! Il Museo Carnico delle Arti e Tradizioni Popolari "Gortani" di Tolmezzo è, all'interno del settecentesco palazzo Chiampeis, un'isola della Carnia più vera, un posto dove respirare la laboriosità e la capacità creativa dei suoi artigiani, fissata nel corso dei secoli sugli oggetti quotidiani, sull'abito, sulla pentola di bronzo,  il bronzin, sulla cassapanca.
Non tutti i  carnici, probabilmente, l'hanno visitato, forse neppure una volta. Succede quando si ha qualcosa d'importante in casa propria e si rimanda sempre di conoscerla da vicino proprio perché è lì, a portata di mano.

Il grande merito di aver voluto raccogliere, con anni di appassionato lavoro di ricerca in tutte le vallate carniche, a partire dal 1920, il materiale custodito nel museo tolmezzino, va principalmente a una persona, il sen. prof. Michele Gortani.
 

 

Il materiale etnografico esposto coinvolge tutti gli aspetti della vita e delle tradizioni della Carnia, coprendo l'arco di tempo che va dal XIV al XIX secolo; è esposto in 30 stanze, e disposto in alcune parti, secondo il criterio della ricostruzione di ambienti.
E' possibile quindi ammirare la stanza della cucina, la camera, il tinello, la bottega del battirame-ottonaio, del falegname.
Alcune sezioni sono dedicate a temi specifici come i ferri battuti, gli attrezzi della vita agricola e di quella pastorale; ancora i costumi popolari, le maschere, la tessitura e filatura, pizzi e ricami, ceramiche e i "bronzins" tipicamente carnici, le pentole di bronzo a tre piedi (nell'immagine di apertura e a sinistra).

Ricca la collezione di ritratti sulle pareti del museo e soprattutto nella "Sala Ciceri", allestita a seguito della donazione della collezione Ciceri.
Una sala è dedicata alla religiosità popolare, aspetto importante della vita quotidiana delle genti carniche.

 

A livello europeo il Museo Carnico, per la ricchezza e qualità delle testimonianze, può senz'altro essere considerato uno fra i più importanti musei etnografici.

 

Non potendo ovviamente mostrarvi tutto il museo, abbiamo diviso per alcuni temi le immagini riprese all'interno di palazzo Chiampeis. Cliccare sulle parole per visualizzare.

 Per ora potete visitare cucina, camera, maschere,  ritratti, costume, tessuti e ricami, religiosità popolare : prossimamente le altre sezioni.

   

 

Fotografie  di Annamaria Bianchi, e del catalogo del Museo, tutte dietro gentile concessione della Direzione dello stesso Museo Carnico.

(Angelico Piva, "Pivute dai Bìntars" è l'autore dei  file midi delle villotte)


IL MUSEO E' APERTO TUTTO L'ANNO CON CHIUSURA SETTIMANALE IL LUNEDI

INDIRIZZO:

FONDAZIONE MUSEO CARNICO DELLE ARTI POPOLARI "MICHELE GORTANI"
33028 Tolmezzo (UD), Piazza Garibaldi, 2
                           Tel. 0433 43233