IN CARNIA
E’ GIA’ TEMPO D’INVERNO:

FESTE TRADIZIONALI E SCI AI PIEDI

Feste appuntamenti
e manifestazioni
 dell’Inverno 2003/2004

 

(Studio Agorà di Marina Tagliaferri )
(immagini Studio Agorà, AmBianchi)

Sci estremo e sci alpinismo, pattinaggio, passeggiate con le racchette da neve, escursioni in paesaggi da fiaba ammantati di bianco, corse notturne in slittino, gite in quota con il gatto delle nevi e naturalmente discesa e fondo. E - dopo lo sport e il divertimento – rilassarsi alle Terme, oppure andar per botteghe artigiane e mercatini natalizi e ancora, visitare musei, chiese, palazzi ricchi di tesori d’arte … Per chi ama gli sport invernali, ma vuole evitare l’affollamento, le code lungo la strada e sugli impianti di risalita, il caos sulle piste da sci, la meta ideale è la Carnia, splendide montagne friulane adagiate fra Austria e Slovenia.

Piccolo paradiso ancora poco conosciuto la Carnia offre una vacanza invernale all’insegna della genuinità, del folklore, della buona tavola, della riscoperta delle tradizioni popolari… Caratteristiche e particolari iniziative vengono organizzate in tutta la Carnia e Ravascletto, Sauris, Forni di Sopra (le principali stazioni invernali) propongono per il periodo di Capodanno interessanti pacchetti turistici per festeggiare l’arrivo del nuovo anno lontano dalla folla, a contatto con la natura, riscoprendo lo spirito più genuino ed autentico della montagna.

Informazioni: Aiat Carnia , e-mail: aiat@carnia.org , www.carnia.it 


 

SAURIS
(7-8 dicembre 2003)

MERCATINO DI NATALE

Domenica 7 e lunedì 8 dicembre viene organizzato a Sauris un caratteristico Mercatino di Natale. Per due giorni, fra le antiche case in pietra e legno di questo che è senza dubbio uno dei paesi più caratteristici e suggestivi della montagna friulana, vengono allestite bancarelle dove si possono acquistare i più tradizionali prodotti dell’artigianato carnico, (ad iniziare da quelli in legno e terracotta) e della gastronomia locale, come il prosciutto crudo dal gusto leggermente affumicato per il quale Sauris è famosa in tutta Italia.

Lo speciale mercatino può essere lo spunto per passare un fine settimana prenatalizio a Sauris all’insegna della tradizione e della buona tavola, dato che i ristoranti locali sono giustamente apprezzati dai gourmet per le loro specialità.

Il mercatino prenderà il via domenica 7 dicembre e sarà animato da musica e folklore.
 

Pacchetti di soggiorno:

Week-end lungo (dalla cena del sabato alla colazione del lunedì), trattamento di mezza pensione con possibilità di shopping al Mercatino di Natale e, nella mattinata di domenica, visita al Centro etnografico e passeggiata con slitta trainata dal cavallo, da € 87. B&B camera e colazione 2 notti da € 57.

Informazioni: Aiat Sauris, tel. 0433-86076, fax 0433-866900

 


 

RAVEO
(14 dicembre 2003)

SAPORI DI CARNIA

 

Prodotti naturali ed erbe, conservati e confezionati secondo le antiche tradizioni, sono i protagonisti di Sapori di Carnia, fiera mercato a cui sono affiancate varie manifestazioni collaterali che si terrà a Raveo la terza domenica d’Avvento. Il paese è noto per i suoi biscotti, le tradizionali Esse di Raveo, friabili e croccanti.

 

Informazioni: Aiat Carnia tel. 800249905, fax 800597905, e-mail: aiat@carnia.org , www.carnia.it

 

 

 

 


 


ARTA TERME
(13-14 dicembre 2003)

Antico Mercato di Santa Lucia

 

MERCATINO DELL’AVVENTO - AD ARTA TERME RIVIVE L’ANTICA TRADIZIONE AGRICOLA DEL MAIALINO DI SANTA LUCIA

 

Sabato 13 dicembre ritornerà ad Arta - la località termale della Carnia - l’antico Mercatino di Santa Lucia, la Santa della luce, che per tradizione porta i doni ai bambini.  Un  avvenimento che in passato era molto sentito dalla gente del posto ed era considerato un importante appuntamento nella scansione annuale dell’economia agro-pastorale di queste vallate montane. In occasione del Mercato di Santa Lucia, infatti, non solo si commerciavano i tradizionali prodotti agricoli della montagna maturati durante l’estate, ma si mettevano in vendita anche i maialini da latte, che andavano a sostituire nelle cascine quelli macellati in novembre (nel giorno di San Martino) per fare salami ed insaccati.

Il Mercatino di Santa Lucia, allestito negli angoli più antichi e suggestivi del paese, prenderà il via alle 10.00 di sabato 13 e proseguirà fino a sera per riprendere il giorno seguente. Sulle sue bancarelle saranno esposti giochi per bambini e prodotti agricoli e artigianali  tipici della Carnia: oggetti in legno, scarpèts (le comode pantofole friulane in velluto), formaggi di malga, funghi secchi, mieli, erbe aromatiche, marmellate di frutti di bosco…Santa Lucia porterà a tutti i bambini piccoli regali e per loro saranno organizzati giochi e giostre. Per grandi e piccoli, invece, sono in programma giri fra gli antichi borghi del paese in carrozza e a cavallo, castagnate e vin brulè. Il tutto, accompagnato da musica e danze tradizionali.
 

Pacchetti di soggiorno:

Per chi volesse trascorrere il  fine settimana di Santa Lucia all’insegna della genuinità e delle più autentiche tradizioni della montagna carnica, e approfittare di un breve break per rimettersi in forma, il Consorzio ArtaTur ha  messo a punto un interessante pacchetto Week-end Terme  e Relax, che prevede 2 giorni in albergo con trattamento di mezza pensione, entrata alle Terme con visita medica, libero ingresso in palestra e in piscina, una sauna finlandese e un massaggio manuale.  Albergo ** Euro 112,00; Albergo ***  Euro 125,00. Sono a disposizione anche numerosi  altri pacchetti per i gusti ed esigenze.
 

Informazioni: Arta.Tur  - tel. 0433-929411,  fax 0433 929714


ARTA TERME
(dicembre-gennaio 2003)

sci, terme e Re Magi




 

 

In Carnia  ad Arta Terme: sci, terme e Re Magi

Per chi  vuole approfittare delle tradizionali vacanze sulla neve per rimettersi in forma, ecco una proposta che viene dalla Carnia, monti e vallate incontaminate del Friuli, incuneate fra Austria e Slovenia: le Settimana sci e terme ad Arta Terme. Ad un quarto d’ora di strada da Arta Terme (nota per il suo stabilimento termale, dove funziona un attrezzato Centro benessere, con piscina, palestra, saune, idromassaggi) si trovano infatti le piste più belle della Carnia, quelle dello Zoncolan, che si raggiungono con il Giracarnia, un comodo bus-navetta gratuito per gli ospiti degli alberghi, oppure in macchina. Dopo lo sci, le terme offrono una  rilassante e tonificante occasione di trascorrere le ore prima della cena. Infatti, accanto ai tradizionali reparti per le cure  a base di acque e fanghi, funzionano settori dedicati all’estetica, alla medicina preventiva, all’atletica e - sotto controllo medico - è possibile anche riacquistare il peso forma. All’interno dello stabilimento termale si trova anche il Centro Benessere Fonte Pudia, dove ci si può ritemprare con  sauna, massaggi, idromassaggi, fare ginnastica in palestra, praticare stretching, spinning, aerobica-funky  ed altro ancora. Per questo inverno sono stati messi a punto alcuni pacchetti di soggiorno, fra cui: Natale e Capodanno con trattamento di mezza pensione per 6 giorni, cenone di capodanno, skipass e skibus, entrata alle terme con entrata gratuita in piscina e palestra, una sauna e un idromassaggio € 527,00. Altri pacchetti per la Festa dei Re magi dal 26 al 28 dicembre €156.00 (trattamento di mezza pensione, con entrata alla terme, libero accesso in palestra e in piscina, una sauna e un massaggio, skipass per impianti Ravascletto Zoncolan, visita ai presepi di Sutrio, mercatino prodotti tipici) e  dal 7 gennaio a fine stagione: settimane bianche dal 7 gennaio 2004 € 425,00 (comprensive di mezza pensione per 6 giorni, skipass e skibus, entrata alle terme e ingresso gratuito in piscina o palestra, due saune finlandesi, due massaggi, idromassaggio con acqua sulfurea) e Week-end Terme e Sci dal 7 gennaio 2004 € 166,00 (comprensivo di trattamento di mezza pensione, skipass per due giorni, entrata alle terme con ingresso gratuito alla piscina e alla palestra, una sauna finlandese e un massaggio).
 

Informazioni: Arta.tur,  tel. 0433 929411 ,
 e-mail:  info@artatur.it ;
AIAT della Carnia, tel. 0433-929290,  www.carnia.it


ARTA TERME
(14 icembre 2003)

cJASP'arta

 

Ad Arta Terme viene organizzata la seconda edizione della gara di corsa sulla neve con  le racchette ai piedi, le tradizionali ciaspole.

 

Informazioni: Arta.Tur  - tel. 0433-929411,  fax 0433 929714

 

SUTRIO
(20 dicembre 2003-6 gennaio 2004)

BORGHI E PRESEPI

(su questo sito la pagina sui Presepi di Sutrio)

                               Programma Natale 2003

 

Sabato 20 Dicembre 2003

Ore 16.00-Sala consiliare del Comune di Sutrio

Cerimonia Inaugurale
 

“Cason dei Boscadors”-ore 17.00

Momenti tradizionali

Accensione Falò della Pace

 

Mercoledì 24 Dicembre 2003

Chiesa di S. Ulderico-ore 24.00

Santa Messa di Mezzanotte cantata dal Piccolo Coro di Sutrio

 

“Cason dai Boscadors”-ore 01.00

Accensione Falò della Pace e Vin Brulè

 

Giovedì 25 Dicembre 2003

Chiesa di Ognissanti-ore 11.00

Momenti tradizionali

Santa Messa cantata dal Piccolo Coro di Sutrio

 

Venerdì 26 Dicembre 2003

S. Stefano-Momenti Tradizionali

I diciottenni della classe 1985 festeggiano la maturità

 

Chiesa di S. Ulderico-ore 11.00

S. Messa per la Gioventù

 

Ore 15.00

Sfilata dei coscritti per le vie del paese con le bandiere
 di classe,accompagnati dalla fisarmonica

 

Domenica 28 Dicembre 2003

Ore 14.30-Momenti Tradizionali

Presepio Vivente

 

Mercoledì 31 Dicembre 2003

Ore 14.00-Momenti Tradizionali

“puer Natus”: l’antico canto sarà eseguito dal gruppo
 della cantoria parocchiale di Sutrio

 

Presepio di Teno-ore 16.00

Momenti tradizionali

Canto “Tu scendi dalle Stelle”

 

Giovedì 01 Gennaio 2004

Ore 14.30-Momenti Tradizionali

Presepio Vivente

 

Domenica 04 Gennaio 2004

Ore 14.30- Momenti Culturali

Esibizione di un Gruppo folkloristico per le vie del paese

 

Ore 16.00-Momenti Tradizionali

“La Stella di Natale”: i Re Magi in processione
 annunciano la nascita di Gesù

 

Martedì 06 Gennaio 2004

Ore 14.30-Momenti Tradizionali

Presepio Vivente

 

Cason dei Boscadors-ore 17.00

Cerimonia di Chiusura

Proclamazione IX vincitore concorso
“Straulino Gaudenzio”

Canti Tradizionali

 

Lungo le vie del paese potrete trovare: le botteghe dell’artigianato artistico  tessuto,ceramica,legno…

Appuntamenti con la musica,la cultura,le tradizioni

Gastronomia tipica

A Sutrio – antico borgo carnico che si trova ad un quarto d’ora di strada da Ravascletto – da sabato 20 dicembre fino all’Epifania si può ammirare una straordinaria rassegna di presepi, allestita nei cortili, nelle cantine, accanto ai fogolar (i tipici camini carnici), sotto i loggiati delle più antiche case del paese e delle sue minuscole frazioni di Priola e Nojaris, eccezionalmente aperte al pubblico per l'occasione. La rassegna è affiancata da una nutrita serie di appuntamenti (dal folklore alla gastronomia), che animeranno il paese durante tutte le feste natalizie: fra l’altro nella Bottega dell’artigianato artistico sarà possibile acquistare i più tipici prodotti artigianali della Carnia.

A Sutrio, per tutto il periodo delle feste, si respirerà insomma l'aria più genuina e vera del Natale, si ripeteranno i gesti e le usanze tramandate da generazione a generazione, si gusteranno i piatti e le bevande natalizie più tradizionali. Gruppi di persone in costume animeranno nei pomeriggi delle giornate festive le vie dei presepi, riproponendo momenti della vita quotidiana, lavori, usanze di un tempo, oltre ad una serie di scene di Presepio vivente (l'omaggio dei pastori al Bambin Gesù, la processione dei Re Magi e via dicendo).

Cuore di Borghi e Presepi è anche il grande Presepio di Teno, un'opera eseguita nel corso di ben 30 anni di lavoro da Gaudenzio Straulino (1905-1988), maestro artigiano di Sutrio. Questo presepio riproduce in miniatura gli usi e i costumi tradizionali del paese, che vengono animati grazie ad una serie di perfetti ingranaggi meccanici. Più che un presepio nel senso tradizionale del termine, quello di Teno è uno straordinario spaccato etnografico sulle tradizioni, la vita, i lavori, le usanze della montagna carnica. La fienagione in montagna ed il trasporto del fieno a valle su gerle e slitte, le donne che filano e tessono, il lavoro al mulino e quello alla segheria, il trasporto del corredo nuziale nella nuova casa della sposa, la festa dei coscritti che attraversano il paese sul carro infiocchettato.... decine e decine di scene, realizzate con minuzia filologica, descrivono la vita e i ritmi di un tempo.   Accanto al Presepio di Teno è esposta una trentina di altri presepi, alcuni dei quali sono stati realizzati dagli artigiani di Sutrio e dei paesi della Carnia, mentre altri provengono da altre regioni italiane e straniere. Fra i primi, ricordiamo il presepio naif realizzato negli Anni Trenta da Dorino Moro, composto da una decina di statuine di legno di ingenua fattura, i  sorprendenti presepi  intagliati in un bastone di legno e in un grosso ceppo da Michele Moro e le figure modellate da Enzo Del Negro seguendo le linee delle pieghe delle radici nodose degli alberi. Fra i secondi, presepi dell’area mitteleuropea e di varie località italiane, fra cui quelli di Lecce, Forlì e Marostica.
 

Borghi e Presepi durerà fino al 6 gennaio, ma i presepi saranno visitabili per gruppi organizzati e scuole fino al 31 gennaio 2004, prenotando alla Pro Loco, tel. 0433-778921.

 

Pacchetti di soggiorno:
 

Per visitare i presepi di Sutrio si può alloggiare all’Albergo Diffuso di Sutrio “Borgo Soandri”, ricavato dalla ristrutturazione di antiche e caratteristiche case del paese (Via Roma 56,Tel 0433-778921 fax 0433-776977 , e.mail: borgosoandri@carnia.org), oppure ad  Arta Terme, che dista  meno di un quarto d’ora di strada, dove si trovano buoni alberghi e appartamenti in affitto e vengono proposti pacchetti week–end comprensivi della visita ai presepi e dello skipass sugli impianti dello Zoncolan, che si trovano sopra Sutrio e servono le più belle piste della Carnia.
 

Pacchetti di soggiorno:
 

Natale a Sutrio, borghi e presepi – trattamento di mezza pensione per sei giorni in hotel tre stelle oppure sei pernottamenti al “Borgo Soandri”comprensivi di skipass e skibus per sei giorni, cenone di capodanno, visita ai presepi, festa dei Re Magi, e visita al mercatino dei prodotti tipici rispettivamente da € 508 e € 377.
 

Settimana bianca -  dal 7 gennaio 2004 trattamento di mezza pensione per sei giorni in hotel tre stelle oppure sei pernottamenti al “Borgo Soandri” comprensivi di skipass e skibus per sei giorni, entrata alle Terme di Arta con libero accesso alla piscina e alla palestra, due saune finlandesi, due massaggi manuali, due bagni termali con idromassaggio rispettivamente €412 e €285.
 

Terme e sci – dal 7 gennaio 2004 trattamento di mezza pensione per  due giorni in hotel tre stelle oppure due pernottamenti al “Borgo Soandri”comprensivi di skipass e skibus per due giorni,  entrata alla Terme di Atra con libero accesso alla piscina e alla palestra, una sauna  finlandese, un massaggio manuale,  rispettivamente da € 175 e € 129.

Informazioni: Comune di Sutrio, tel. 0433-778032, Aiat Carnia, tel. 800249905, fax 800597905, e-mail: aiat@carnia.org , www.carnia.it
 

(Borgo Soandri)

FORNI DI SOPRA
(14 dicembre 2003)

IL MONDO DEI BAMBINI

 

 Speciale Natale 2003
 Isola felice per famiglie dal 7 gennaio 2004

 

Incoronata dalle splendide vette delle Dolomiti Orientali, alle porte del Cadore, Forni di Sopra è uno dei maggiori poli sciistici della Carnia. Pur trovandosi a 900 metri di altitudine, l’ambiente e il clima sono quelli tipici dell’alta montagna e gli impianti del Varmòst sono i più alti del Friuli Venezia Giulia e portano a oltre 2000 m di altitudine, dove si scia su piste divertenti e impegnative. Sempre ben assolate. Per chi ama il fondo non può perdere l’anello del Tagliamento lungo 15 chilometri, mentre l’anello Davòst, di 2,5 chilometri, può essere percorso anche la notte dato che è illuminato come il pattinaggio sul ghiaccio nell’omonima località. Forni di Sopra si sta specializzando come località di vacanza  per le famiglie e i bambini e a Natale ha creato un’offerta speciale. A Forni di Sopra semplicemente passeggiando si può andare alla scoperta delle incantevoli e selvagge vallate del Parco Naturale delle Dolomiti Friulane, il più vasto del Friuli Venezia Giulia, una delle aree alpine con il più alto grado di wilderness
 

 

Pacchetti di soggiorno:

Speciale Natale 2003 – bambini in camera con genitori o accompagnatori (min. 2) prezzo per primo bambino gratuito fino al compimento del quinto anno,, prezzo per i successivi e per bambini dai 6 ai 10 anni €58 per due giorni, €108 per quattro giorni.

Informazioni: Aiat Forni di Sopra, tel. 0433-886767, fax 0433-886686

Isola felice per famiglie - dal 7 gennaio 2004 esclusa Pasqua. Trattamento in hotel (a persona): dalla cena del venerdì alla prima colazione di domenica, ingressi in piscina e uso skibus a partire da €80. Per i bambini dai 5 ai 12 anni è aperto(sabato e domenica 9.30-12.30 e 14-16.30) il kinderheim Mary Poppins dove i bambini divisi in gruppi in base all’età vengono intrattenuti da animatori qualificati. € 29 a bambino.

Proposte settimana – dal 7 gennaio 2004 esclusa Pasqua.  Trattamento di mezza pensione o pensione completa  (a persona) ingressi in piscina e uso skibus rispettivamente € 247 e € 275.

Tariffe skipass – i bambini  hanno lo skipass gratuito su accompagnamento dei genitori (o due adulti) che acquistano skipass di uguale durata. Ai gruppi familiari di minimo 3 persone sull’acquisto di skipass plurigiornalieri anche agli adulti viene applicata la tariffa dei ragazzi.

Informazioni: Aiat Forni di Sopra: tel.0433-8867667, fax 0433-886686

Ad Arta Terme viene organizzata la seconda edizione della gara di corsa sulla neve con  le racchette ai piedi, le tradizionali ciaspole.

 

Informazioni: Arta.Tur  - tel. 0433-929411,  fax 0433 929714

 

 


 

ARTA TERME
(26 dcembre 2003- 6 gennaio 2004)

LA VIA DEL NATALE AD ARTA TERME

 

Il 26 dicembre Arta Terme si tramuterà nel paese dei Re Magi. I Re Magi, infatti, andranno in processione di casa in casa per annunciare la lieta novella della nascita di Gesù. In mano porteranno la stele de Nadal, una stella di legno e cartavelina multicolore con al centro un  piccolo lume al olio, e saranno accompagnati da un gruppo di suonatori che intoneranno antichi canti natalizi. Le famiglie ricambiano il piacere della visita augurale con offerte, fra cui del pane fatto in casa e benedetto, il “pan di cjase” impastato, oggi come un tempo, con farina di segala. Questo antichissimo rito alpino si ripeterà nei giorni successivi , fino all’Epifania,anche in altri paesi dei dintorni e animerà il 6 gennaio Sutrio, paese dei presepi.

 Questo antichissimo rito alpino sarà il cuore della Via del Natale, che animerà per tutta la giornata del 26 dicembre Arta Terme.  Nel centro storico di Piano d’Arta, chiuso al traffico, saranno allestito un caratteristico presepio e le vie saranno animate dalle bancarelle del Mercatino dei prodotti di montagna, dove si potranno acquistare-oltre ai prodotti artigianali della montagna carnica-  mele e nespole nere, patate e fagioli, farine e formaggi, miele ed erbe, e si potranno degustare alcune tipiche specialità carniche: il pan di cjase (che tradizionalmente viene fatto in casa in occasione della Stele di Nadal con farina di segala e di polenta e viene dato in omaggio dai Re Magi),grigliate, castagne e ribolla, cjarsòns, sopes indorades cul vin (pane con vin brulè) ed altro ancora. Per i bambini,  in programma giochi e animazione.

I Re Magi con la stella proseguiranno il loro vagabondare di casa in casa per tutto il periodo natalizio, fino all’Epifania, toccando vari paesi della vallata del But.

 

Pacchetti di soggiorno:

Dal 26 al 28 dicembre, mezza pensione, con entrata alla terme, libero accesso in palestra e in piscina, una sauna e un massaggio, skipass per impianti Ravascletto Zoncolan, manifestazione dei Re Magi e visita ai presepi di Sutrio, mercatino prodotti tipici: € 156,00.

Informazioni: Arta.tur,  tel. 0433-929411  fax 0433-929714.

 

 

 


 

PAULARO
(27-28 dcembre 2003)

A PAULARO LA FESTA DEL FORMAGGIO

 

I malgari dei tre confini – italiano, austriaco e sloveno – presentano i loro golosi prodotti più tipici e speciali in una calda atmosfera di folclore locale.
 

Informazioni: Aiat Carnia,  tel. 800249905, fax 800597905,
 e-mail: aiat@carnia.org , www.carnia.it

 

 SAURIS
(5 gennaio 2004)

EPIFANIA A SAURIS

 

Un weekend alla scoperta di antiche leggende sussurrate tra i monti della Val Lumini… dove la sera del 5 gennaio può anche capitare di incontrare la Belin, un misterioso personaggio femminile che, per il diritto di passaggio e soggiorno a Sauris, è solita chiedere al viandante un pegno davvero speciale.


Pacchetti di soggiorno:

Formula week-end dal 3 al 5 gennaio con trattamento di mezza pensione in albergo dalla cena di venerdì alla colazione di martedì. Escursione con gatto delle nevi. Utilizzo della sauna del Centro sportivo. A partire da  € 176 in hotel. B&B camera e colazione 2 notti da € 113.

Informazioni: Aiat Sauris, tel. 0433-86076, fax 0433-866900

 SAURIS
(dal 7 gennaio 2004)

A SPASSO IN QUOTA COL GATTO DELLE NEVI

 

Sauris offre indimenticabili giornate sulla neve alla scoperta di splendidi ed esclusivi panorami accessibili solo con il gatto delle nevi per terminare quindi la giornata con il caloroso abbraccio dei piccoli e deliziosi alberghi dall’atmosfera di una vera baita.

Pacchetti di soggiorno:

Formula week-end con trattamento di mezza pensione in albergo dalla cena di venerdì alla colazione di domenica. Escursioni un quota con gatto delle nevi con posti chiusi e riscaldati. Utilizzo della sauna del Centro sportivo. A partire da  € 99 in hotel. B&B camera e colazione 2 notti da € 69.

Informazioni: Aiat Sauris, tel. 0433-86076, fax 0433-866900

 

 


 

 RAVASCLETTO
(dal 7 gennaio 2004)

 

A ravascletto.. sciando ma anche passeggiando sulla neve
 

A Ravascletto si scia fino a 1700 m di quota sullo Zoncolan, uno dei comprensori meglio attrezzati del Friuli, da cui si gode uno splendido panorama sulle vicine montagne austriache e slovene. Niente code, ski-pass a prezzi decisamente abbordabili, neve garantita (anche grazie agli impianti di innevamento programmato), queste piste sono l’ideale per chi intende lo sci come uno sport da farsi in relax,anche se non mancano piste nere e rosse ed  un tracciato slalom con cronometraggio automatico.

Divertente pista di snowboard della sciovia Das Goles, mentre i fondisti hanno a disposizIone due anelli da fondo da 5000 e 7500 m e un circuito - scuola. A fondovalle, il  pattinaggio e la pista per slittino, illuminati, restano aperti anche la sera. Chi ama il fuori pista può fare fino a primavera inoltrata splendidi percorsi di sci alpinismo, anche con la guida di maestri di sci. Le passeggiate offrono panorami spettacolari e scorci suggestivi.

Ravascletto è anche conosciuta dai buongustai come  località dove si possono trovare i più caratteristici piatti della gastronomia carnica.

Pacchetti di soggiorno:

Passeggiando sulla neve -  con trattamento di mezza pensione in albergo dalla cena di venerdì alla colazione di domenica. Sabato e domenica escursioni con guida alpina con racchette da neve da alpinismo. Numero massimo cinque partecipanti.  A partire da  € 167,50 in hotel. B&B camera e colazione da € 136,50.

Speciale settimana bianca – soggiorni di 5 – 6 - 7 giorni con trattamento di mezza pensione in albergo con cena gastronomia tipica.  In media stagione a partire da  € 180 in hotel.

Speciale gruppi promozione Natale – dal 22 al 25 dicembre 2003 soggiorno di 3 giorni con trattamento mezza pensione e Pranzo di Natale a partire da € 124 in hotel e € 78 in B&B.

Informazioni: Aiat Ravasclettos, tel. 0433-66477, fax 0433-616921

Speciale gruppi settimana bianca – a partire dal 7 gennaio 2004 con soggiorni di 5 – 6 - 7 giorni con trattamento di mezza pensione in albergo e cocktail di benvenuto.  In media stagione a partire da  € 155 in hotel.

Informazioni: Aiat Ravascletto, tel. 0433-66477, fax  0433-616921.

 

 


 SAURIS
(20-22 febbraio 2004)

 

il carnevale di sauris e la notte delle lanterne

 

 

 

 


 


 



 

 

A Sauris si festeggia uno dei più antichi Carnevali dell’arco alpino, specchio dei particolari riti e costumi di questa sperduta e suggestiva vallata della Carnia,  isola alloglotta tedesca a 1.200 metri d’altezza, dove si sono conservate immutate tradizioni  secolari. 

Protagonisti della festa - che si svolge ogni anno il sabato precedente il Martedì Grasso - sono alcune figure tradizionali: il “Rolar” e il “Kheirar”. Il “Rolar” è una figura magica e demoniaca armata di una scopa: suo è il compito di avvertire la gente che si prepari per la mascherata. Il suo nome deriva dai “rolelan”, i campanelli che porta legati attorno alla vita e che agita in continuazione. La sua faccia è annerita dalla fuliggine, così come le sue mani; indossa abiti molto rozzi ed ha la testa fasciata con un fazzoletto a frange. Con lui c’è il “Kheirar”, il re delle maschere che orchestrerà lo svolgimento della festa: il volto celato da una maschera di legno, ha i vestiti laceri e una scopa in mano, che usa per battere alle porte delle abitazioni in cui vuole entrare.   Le due figure percorrono le vie di Sauris e delle sue frazioni, accompagnate da un corteo di maschere, che possono essere brutte (“Schentana schemblin”) o belle (“Scheana schemblin”): l’importante è che chi vi partecipa sia irriconoscibile e quindi abbia il volto coperto. Le maschere che coprono il volto sono rigorosamente di legno: chi non è di Sauris, e quindi non ne possiede una antica, ne può acquistare bellissime copie, realizzate da abili artigiani sul modello di quelle conservate nel Museo di Arti e tradizioni Popolari di Tolmezzo, una tappa da non perdere per chi vuole conoscere da vicino usi e tradizioni della Carnia. Il “Kheirar” dunque bussa con la scopa alla porta delle case e dei  locali pubblici e, dopo aver spazzato il pavimento, introduce a turno coppie di maschere che intrecciano antiche danze al suono della fisarmonica. Sabato 21, col buio, ecco la Notte delle lanterne: il corteo, al lume delle lanterne, si inoltra passeggiando nel bosco per seguire un suggestivo percorso notturno alla volta di un grande falò propiziatorio innalzato in una radura. Sulla via del ritorno maschere e musici si fermano negli stavoli (le caratteristiche baite di pietra e legno della vallata) per riscaldarsi con vin brulè e rifocillarsi con i piatti della gastronomia locale, ad iniziare dall’ottimo prosciutto.

 

Pacchetti di soggiorno:

Formula week-end con trattamento di mezza pensione in albergo dalla cena di venerdì alla colazione di domenica. All’offerta è comprensiva di un coupon per effettuare la cena di sabato sotto il tendone con le maschere. A partire da  € 98 in hotel. B&B camera e colazione 2 notti da € 68.

Informazioni: Aiat Sauris, tel. 0433-86076, fax 0433-866900
 

 

 

 


   

Informazioni da:         

Ufficio Stampa: Studio Agorà tel. 0481.62385,
fax 0481.630339, e-mail: agora@travelnews.it