Notizie:
 

 



 
PRIMO CONGRESSO DEL COMITÂT PA PROVINCE DA CJARGNE
Giovanni Paolo II: ricordo, riflessioni di un pellegrino
Donne in Carnia riceve premio cultura a "Socchieve 26": Rassegna Carnica "Arte, Cultura,Lavoro"
Estate 2004: "Carnia in Tavola" - Feste e sagre
Primavera amara: in Carnia precipita la situazione lavoro. Donne più penalizzate.
Riaprono gli impianti di sci a Sella Chianzutan
Donne in Carnia riceve premio speciale ALP WEB AWARD 2002
Sul Gazzettino "Donne in Carnia" 



 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

IL GAZZETTINO di Venerdì, 13 Luglio 2001
Donne di Carnia versione online 
Fioccano le collaborazioni in rete, quasi duemila accessi nei primi due mesi
Tolmezzo 
Dalla gerla al web.  è il sito Internet «dedicato a tutte le donne che vivono e operano in Carnia» dalla tolmezzina Annamaria Bianchi Brollo. Il suo logo è proprio la gerla, il "gèi" che le donne in passato hanno usato per trasportare ogni cosa.«Oggi può essere il simbolo di quanto le donne sapranno ancora dare alla propria terra con la loro tenacia, ereditata dalle nonne, il loro intuito, il senso del dovere e la laboriosità», spiega la curatrice dell'iniziativa. Il sito è di fatto un "portale" per la quantità di contenuti e argomenti trattati. «Donne in Carnia non significa che sul sito si parli esclusivamente di tematiche legate al femminile - spiega la signora Bianchi Brollo - ma piuttosto è un contributo femminile alla conoscenza della Carnia: la cultura, la storia, il presente visti con gli occhi delle donne». L'ideatrice del portale ha insegnato prima alle scuole medie statali di Tolmezzo e poi per 17 anni all'Istituto professionale per il commercio l' ha "ispirata". «L'aver conosciuto tante ragazze della Carnia mi ha avvicinato ai loro problemi e mi ha stimolato ad incontrarle nelle pagine web.Ed è specialmente alle giovani donne che è rivolta l'attenzione - continua Annamaria Brollo - non si tratta, quindi, di un sito personale». Il punto di forza del suo lavoro sta nella partecipazione e nel giro di informazioni e contatti avviati. L'aspetto caratterizzante di www.donneincarnia.it è l'apertura alla collaborazione di chi desidera far conoscere le proprie realtà sociali, i problemi, la cultura peculiare del proprio paese. La signora Brollo si è occupata personalmente dell'ideazione,della costruzione e dell'aggiornamento delle pagine web. La risposta del territorio non ha tardato ad arrivare in forma di collaborazione: Gina Marpillero, Novella Del Fabbro, Ulderica Da Pozzo, Amelia Artico, Gemma Nodale Chiapolino e Dolores Job. Oggi vi sono anche alcune collaboratrici fisse, come Maria Rosa Rinoldi per le recensioni. I numeri a due mesi dalla pubblicazione: 1.660 ingressi nel sito e 2.650 pagine lette. É un risultato più che lusinghiero per un sito "no profit" che non usufruisce di banner pubblicitari né di alcuno sponsor.La sua struttura è simile a quella di una rivista on line. Ci sono pagine con brani o poesie in italiano e lingua friulana, arte femminile, gruppi corali, tradizioni, sport, associazionismo. Lucio Cimiotti