La pagina di:

 

Maria Tore


(immagini Annamaria Bianchi)

(Con piacere e soddisfazione apro questa nuova pagina dedicata alla poesia e ad  altri contributi di Maria Tore Barbina, che ringrazio, anche a nome dei lettori, per la sua collaborazione che qualifica e arricchisce "Donne in Carnia")

 

 

 

  Poesie  
  9 maggio 2002: inedita, dedicata a "Donne in Carnia"

 


Cjargne


Dolorose bielece di un prt

vert, cercent di montagnis

e si jentre tal bosc par cir

foncs o il sens da la vite.



 

     
 

Par montagnis

 

La vs da li cjampanis

di mont in mont

di val in val e rive

e la fumate e sfante

a pc a pc

la linie des montagnis.

Par trois par scurtadoriis

cirint i cisignocs

i foncs e lis cjstinis

o dome par sint

ljarbe che crs

o lin cjalant la muse

ridulinte

di chei che nus cjaminin

dongje

e -dentri -e cjantin

 

e un marimont

ma dome di montagnis

e pics e jfs e simpri gnovis cimis

e nulis neris, blancjs, sgrisuladis

laj lontan su lorizont dal cl

e ringrazi il Signr di jessi vfs,

al cuss, Mariano, il Parads!

                 

(Dalla cima del monte Canin - immagine di Maria Tore)

Per montagne

La voce delle campane
di monte in monte, di valle in valle arriva
e la nebbia dissolve poco a poco
il profilo delle montagne.
Per sentieri, per scorciatoie
cercando i crochi
i funghi e le castagne
o solo per sentire
lerba che cresce
andiamo guardando il viso
sorridente
di quelli che ci camminano
accanto
e - dentro cantano
e un universo
ma solo di montagne
e picchi e gioghi e sempre nuove cime
e nubi nere, bianche, screziate
laggi lontano sullorizzonte del cielo
e ringraziare il Signore di essere vivi,
cos, Mariano, il Paradiso!

 

 
     
 
     
     
   

 

 

 
Riflessioni in versi  
 


Due corvi sul prato

Due corvi sul prato

imperlato dall'ultima pioggia

s'inseguon in cerchio, per gioco.

Lui canta

l'eterna canzone

e lei

con brevi note risponde

al canto ed aumenta

l'incanto del giorno

di primavera.

E questo canto non fine

non esaltato dai vati

commuove il mio cuore

perch come il dolore

anche l'amore eterno

ed ha una voce sola.

 

Canto parola o fiore

l'amore ci accomuna

nel momento pi bello

e ci conferma infine

che ogni essere vivente

ci fratello.

 

 

     
   

 

 

 
Omaggio alle donne  
   

Di seguito una bella quartina del poeta G.A. Brunelli, inviata a Maria Tore, che ci ha mandato i versi poich  "sono per tutte le donne".

S

Sentito ho un detto antico, nel malanno,

che fa: - Chi disse donna ha detto danno,

Ma per quel motto io chiedo oggi perdono.

Chi dice "donna" ha detto insieme : "un dono".
 

Giuseppe Antonio Brunelli

con stima e amicizia

                                             

 

 
     
     
 

  GLI AUGURI PER IL 2003

 
 
 

Un amico mi ha appena mandato questo "vecchio testo di non facile lettura, ma di contenuti profondi", io ne ho fatto la traduzione in friulano e la dedico a tutte le persone che seguono "Donneincarnia", con tanti cordiali auguri per un sereno 2003.
Maria Tore




"...For Mercy has a human heart,
Pity a human face,
And Love, the human form divine,
And Peace, the human dress.


Then every man, of every clime,
That prays in his distress,
Prays to the human form divine,
Love, Mercy, Pity, Peace.

And all must love the human form,
In heathen, turk, or jew;
Where Mercy, Love, & Pity dwell
There God is dwelling too"

(from William Blake, "The divine image" in "Songs of Innocence", 1789)




...parce' che Misericordie 'e un cr uman
Piett umane muse
e Amr umane
forme divine
e Ps vistz umans.

Cuss ogni persone, di qualsisei pas,
ch'e pree tal so dolr
'e pree la umane
forme divine,
Amr, Misericordie, Piett, Ps.

E duc' si di am la forme umane,
sei tal pagn, tal turc o tal ebreo;
dul ch'e sta Piett, Misericordie, Amr
al al sta Diu.

 

 
     
     
 

GLI AUGURI PER NATALE 2003

 

 

25.12.2003 Ci appena giunta questa dolce poesia, ispirata da un'incantata camminata sulla neve, sotto la luna piena.



             Nf di lune

 

Montagnis cu la piche

blancje di gnot di lune

un piul trop di ams

par vuadagn la nf, la gnot

lodr dal bosc

e larmonie de tiare.

La lune nus compagne

dar dai pes cime,

la cotule lusinte

di sede indarintade,

cul tribiscj dai pas

cul frt de gnot serene

la ls de nf e il bosc

dut in ombrene

il respr si fs grant

e lanime parele

grande e piule insieme

tal biel de gnot serene.

 
Casere Novarzute, 7/12/2003


Neve di luna

Montagne con la punta / bianca di notte di luna / un piccolo gruppo di amici / per guadagnare la neve, la notte / lodore del bosco / e larmonia della terra ./  La luna ci accompagna / occhieggia dietro gli abeti, / con la gonna lucente di seta argentata, / con lo scalpiccio dei passi / con il freddo della notte serena / la luce della neve e il bosco / tutto in ombra / il  respiro si fa grande / e similmente lanima / grande e piccola insieme / nella bellezza della notte serena.


 

GLI AUGURI PER NATALE 2005

 

25.12.2005 Dedicata alle persone che seguono Donne in Carnia


            

Natale 2005

 

 

Qualche augurio soltanto

ma che viene dal cuore:

pace, gioia, silenzio

e del tempo

per pensare.

 

Con il freddo o col sole

con la pioggia o la neve

ti sia, questo Natale,

                lieve.

Maria Tore   

 
 


     
     
 
Scheda  
 

Maria Tore nata e vive a Udine (la madre di Fielis-Carnia).
Gi titolare di una cattedra di Materie  Letterarie in un istituto superiore udinese, stata assistente di Letteratura latina e medievale all'Universit di Trieste e docente di Paleografia latina all'Universit di Udine.
Oltre a vari studi di linguistica, di storia e di critica letteraria, ha pubblicato:
"Dizionario pratico e illustrato Italiano-Friulano", Istituto per l'Enciclopedia del Friuli Venezia Giulia, Agraf, Udine 1980.
"Saggio sulle scrittrici in lingua italiana", in "Scrittrici contemporanee in Friuli", Rebellato, Torre di Mosto 1984.
"Vocabolario della lingua friulana Italiano-Friulano", Verbi editore, Udine 1991.
"Diplomi del monastero benedettino di S. Maria di Aquileia (Biblioteca Comunale di Verona, ms. 707)", Gruppo Archeologico Aquileiese, Aquileia 2000.
Ha tradotto in friulano:
Aristofane "Lisistrate", La Nuova Base, Udine 1985.
Gaspara Stampa "Rimis di Amr", La Nuova Base, Udine 1985.
Emily Dickinson "Poesiis", La Nuova Base, Udine 1986.
Ha scritto per il teatro in prosa e in poesia, in italiano e in friulano.

 
     
   
 

(una recente immagine di Maria Tore)

 
   

 

 
pagina Poesia