Da Sappada, Luigino Piller Cottrer:

Domenica dei poveri
  "Pettlar Suntag"
16 febbraio 2003

Nonostante il freddo pungente anche quest' anno si č svolta a Cima Sappada la mascherata della domenica dei poveri.

 

 

Il comitato di Cima Sappada ha organizzato in modo impeccabile gli indispensabili punti di ristoro dove non mancavano vin brulč, crostoli ecc., il tutto allietato dalle musiche dei suonatori del gruppo folcloristico locale .

 

Le numerose  maschere dal caratteristico volto in legno hanno intrattenuto i convenuti con musiche, rappresentazioni di lavori di altri tempi scherzi ecc.

Le vie della borgata e del paese sono state percorse dalle maschere caratteristiche, "rollat"  che per la loro imponenza ed il suono dei loro campanacci incutono sempre un certo timore sia nei grandi che nei pių piccini.

Un gruppo di improvvisati musicanti "Pettlar Music" con coperchi pentole ed altri arnesi, dava il ritmo alle polche ed ai valzer; la piazzetta della borgata si č trasformata cosė in una pista da ballo e un angolo fra le case diventava una stireria di altri tempi.                                   

 

 

Sulla facciata di un fabbricato erano esposte le maschere per il concorso "Scnizzar Bette", numerose persone hanno espresso un voto sui volti di legno.
 
 

 

...Nei pressi della seggiovia..

 
   
(foto Luigino Piller Cottrer)

torna al carnevale di Sappada