2002

 2003

 

 

 

 

 

 

Una bella giornata e finalmente Sappada in veste invernale per questa domenica  dei Signori, manifestazione organizzata nella piazza di Granvilla, vicino all'antica casa "Teilar".
 

 
 
 

Numerose, eleganti maschere, negli atteggiamenti signorili, sempre con i volti di legno...

 

..con i loro vizi:  il gioco a carte....


 

...le belle donne...

 

 
  Come nelle altre domeniche, venivano offerti i crostoli ed il vin brulè, oltre a qualche buona "graspetta", come nel caso di questo signore.  
   
 

Queste distinte signore ci annunciano che il Concorso di Intaglio "Schnizar Bette" - Trofeo Francesco Solero, è stato vinto da Osvaldo Casanova, mentre rispettivamente al secondo e terzo posto, si sono piazzati Piller Cottrer Mario e Boccingher Fabrizio.

 
     
 

 

 
 

 
 

Domenica 2 marzo 2003
Hearn Suntach  me Dorfe,
 ossia domenica dei signori in borgata Granvilla

 

 
 

 

 
 

Ed eccoci al ceto più elevato della comunità di Sappada, appunto i signori.
Ad introdurre allegramente nello spirito dell'ultima giornata di carnevale per Sappada, i suonatori del  gruppo folkloristico Holzhokar, appostati nel fienile di casa Teilar. Valzer e polke coinvolgono un pò tutti nel ballo, maschere e pubblico.

 
 
  Eccoli i signori, con mantelli e gilè, a spasso per il paese. Ma che facevano questi "signori"? Non è difficile scoprirlo se ci guardiamo attorno:

a cominciare dagli sciatori, impegnatissimi ad allacciare le cinghie che fissano le calzature allo sci, insomma gli "attacchi" non "firmati"  di allora.

 

 

 
e poi i pittori paesaggisti giunti nella vallata, come solevano fare alla  fine dell' '800

 

Anche i signori si sposano, si sa. Questi due un pò attempati esibiscono due fedi sfavillanti e già fanno capire chi conduce il gioco. E' la sposa infatti a tenere con sicurezza ben stretti  documenti e gruzzolo e a trascinarsi dietro un marito alquanto dubbioso e perplesso.

 

Sono forse gli invitati alle nozze?

 

E proprio strassante questa vita da signori, ve lo dico io!

 

Va be! Ma noi passiamo il tempo con le bocce, di legno, di pietra.. non possiamo farci vedere annoiati, col nostro rango, da tutta questa gente moderna!

 

Macchè annoiarsi o non annoiarsi, noi signori stiamo bene, eccome! Un bel mantello di lana con fibbia e un vestito di velluto, mentre i contadini nella stalla lavorano e ci porteranno il formaggio.

 

La quinta edizione della “Schnitzar Bette”, trofeo Francesco Solero del 2003 è stata vinta da  Michael Fauner . Il secondo premio è andato a  Fulvio Puicher mentre il terzo è stato assegnato a Osvaldo Casanova.

Ad ogni scultore è stato regalato un pezzo di legno dal quale potrà ricavare due maschere, continuando così ad inventare nuovi volti per un carnevale antico.

                         

   torna al carnevale di Sappada