Sport e avventura

 


 

NEWS: GIUSY CI RACCONTA "ACROSS IN THE STATES" IL  RAID DA COSTA A COSTA IN OFF-ROAD: I  CLICCA QUIi
 5° Raduno 4 x 4 Memorial Titta Concina - giugno 2001
 
 Concluso il raid di Capo Nord -  Tolmezzo - Honniswag (Norvegia)         ottomila chilometri di strade innevate -

 
Espressione seria, sicura di sè, Giusy Concina, tolmezzina, sprigiona energia al primo contatto.
Appena rientrata dal grande Nord,  al telefono si schermisce subito ai miei complimenti: "Cosa vuol che sia, non ho fatto niente di speciale". "Ma, sai - le confesso - tu rappresenti per me la realizzazione di quel desiderio di percorrere le strade del mondo, che ogni tanto ti prende ed è solo sogno". 
L'anno scorso abbiamo seguito Giusy col pensiero sulle piste roventi dell'Africa, in quell'avventura che ha quasi del leggendario, poi  fra le popolazioni lapponi, ora questo dell'America.. 

 
Giusy è di Tolmezzo, dove è nata trentadue anni fa. Di professione giornalista pubblicista, ha come hobbies - e che hobbies! -  la montagna,  la musica e, inutile dirlo, i fuoristrada.
Come esperienza giornalistica realizza reportages fotografici e servizi completi per riviste del settore 4X4, relativi a gare di coppa del mondo, servizi turistici ed itinerari 4X4 per aziende di promozione turistica a carattere locale. Organizza viaggi in Tunisia in collaborazione con il Fuoristrada Club Gorizia. Inoltre esegue prove di veicoli 4X4 su lunghe distanze.
 

30 Giorni per il rayd
rallystico in America
(VAI ALLA PAGINA)
 

 

Tolmezzo, aprile 2002.
Dopo una lunga preparazione, riparte Giusy, questa volta destinazione America per realizzare una nuova avventura: il raid "ACROSS THE STATES - BIG ADVENTURE".
 

Si tratta della lunga attraversata degli Usa da Los Angeles a New York, che verrà affrontata in 19 tappe da portare a termine in 30 giorni. Partita il 9 aprile, da Ronchi ha trovato a Los Angeles la sua 4 x 4 Mazda Tribute ad attenderla, assieme al marchio Friuli Venezia-Giulia "Piaceri senza Confini".
Si perchè il raid si configura come un viaggio che unisce sport, cultura e turismo. Così è stato presentato dalla Concina a Trieste, unitamente all'assessore al Turismo Sergio Dressi che ha parlato della campagna d'informazione e di promozione del Friuli in tutto il mondo. In America, ha ricordato Dressi, il NordEst italiano ha già importanti punti di appoggio operativi.
Dunque Giusy attraverserà in un mese 16 stati americani, per complessivi 16 mila chilometri, sulle strade che toccheranno Los Angeles, punto di partenza, San Francisco, Salt Lake City, Las Vegas, Tucson, El Paso, Albuquerque, Colorado Springs, Kansas City, Dallas, New Orleans, Memphis, Atlanta, Nashville, Indianapolis, Columbus. Washington e New York.
 

Los Angeles, punto di partenza

Mandi Giusy, siamo con te nella tua Mazda, per tutto il lungo raid e ti aspettiamo, come al solito per parlare dell'avventura al tuo rientro. Buon viaggio.
12 aprile: Giusy ci manda una cartolina
 

 

 
Raid Big Winter:
 l'attraversata da Tolmezzo a Capo Nord per la durata di 20 giorni.


Aspettiamo e speriamo che Giusy tornata a Tolmezzo,  possa regalarci almeno una pagina di reportage su questo raid che sappiamo averle lasciato fisicamente un lieve ricordo, anche se già risolto, a causa del freddo che ha dovuto sopportare.
Nell'attesa, riportiamo l'articolo apparso mercoledi 7 marzo 2001 sul "Gazzettino" a firma Bruno Tavosanis.

 

"Tolmezzo. La tolmezzina Giusy Concina ha concluso la sua nuova avventura imperniata sulla visita e conoscenza delle popolazioni lapponi in un mese (febbraio) certamente non favorevole.
Giusy era partita da Tolmezzo a bordo di una Volvo Cross Country allestita per i paesi freddi; la vettura montava infatti una riscaldatore supplementare per abitacolo e motore, pneumatici da neve, una batteria aggiuntiva, un bull bar anteriore pararenne e alcuni fari di profondità, tutti accessori necessari per viaggiare tranquillamente a temperature di meno 20-30 gradi e nel buio polare che contraddistingue quasi tutta la giornata in quei Paesi.
I Paesi attraversati sono stati otto, le condizioni climatiche avverse. Durante il viaggio, giunto nella sua parte più settentrionale ad Honniswag, in Norvegia ( il punto più a nord raggiungibile in inverno a bordo di un veicolo a motore), la Concina ha compiuto anche un'attività di carattere culturale ricercando usi e tradizioni tra le popolazioni lapponi e realizzando inchieste sull'allevamento delle renne.
La tolmezzina ha voluto inoltre visitare le varie scuole di guida su neve e ghiaccio a Rovuniemi, in Finlandia, patria dei più grandi campioni di rally.
All'arrivo a Ginevra, in occasione del Salone dell'auto, Giusy ha risposto alle domande dei giornalisti specializzati nel settore auto, curiosi di conoscere il comportamento di una vettura nuova per i nostri mercati, in oltre diecimila chilometri di percorrenza, ottomila dei quali su strade innevate." 
Per impressioni e immagini, vai alla pagina dei viaggi virtuali LAPPONIA

 

 

Le tappe più significative della sua
 attività con i fuoristrada:

1988-1991: collabora con un'Agenzia Turistica in Sud America nell'organizzare escursioni con Toyota Land Cruiser nell'entroterra venezuelano.
Organizza manifestazioni 4X4 amatoriali in Friuli Venezia-Giulia (raduni, prove di trial, orientamento notturno) con il Fuoristrada Club Gorizia.

1990
- Compie la traversata del Venezuela e del Brasile da Caracas a Manaus.
1991-1992
- Partecipa a gare del campionato Ungherese (1° equipaggio straniero).

1991
- Effettua la traversata invernale da Trieste a Radacuneni nella Moldavia Romena.
1992
- Ottiene la vittoria del Transiberian Raid da Roma ad Irkutz non-stop.
           Altra vittoria del Safari Triathlon in Florida con un Jeep CJ7.
 

1997 - Conquista il titolo di 
 

Campionessa del Mondo   Navigatori femminile
                     Rally Raids


1997 Baja:  Giusy -  a destra nella foto - conquista il titolo di 
"Campionessa del mondo Navigatori femminile Rally Raids.

1999 - Partecipa alla Granada - Dakar con un Nissan GR.

 
 1999 - Baja Spagna: gara mondiale, con la conquista del 16° posto assoluto su 107  partenti.

2000: partenza di Giusy alla gara di mondiale Tout Terrain, Italian Baja





 

 

Trieste - Muscat

2000 - Effettua il raid Trieste - Muscat, come prova tecnica di guida in asolo.. E' questa la sua "avventura più significativa":  alla guida di una Mazda Premacy, copre una distanza di ben 16.230 chilometri in 40 giorni, attraversando  12 Stati tra cui Israele ed Arabia Saudita. L'attraversamento di queste due ultime nazioni non si è rivelata impresa da poco, dato che - ci ha precisato - "Israele e Arabia Saudita sono due stati certamente non facili, soprattutto perché la prima difficoltà è essere donna".

2001 - APRILE - Nuovo successo per Giusy: in veste di navigatrice del pilota francese Max Forin, ha vinto la Marathon 2001 tenutasi a Praga e valida per il campionato ceco, ma aperta anche agli equipaggi stranieri. I due hanno corso a bordo di un buggy con motore Porche ed hanno vinto con due giri di vantaggio sui secondi classificati che correvano su una Jeep Cherokee. Giusy Concina del Fuoristrada Club Gorizia ha così mantenuto alto ancora una volta il nome del Friuli all'estero. 

 Giusy appena rientrata da Capo Nord
                                                                                                               (foto AmB)

 

 5° Raduno 4 x 4
      "Memorial TittaConcina"  
              
    giugno 2001

Quinta Edizione del  Raduno Carnia 4X4 "Memorial Titta Concina" (a ricordo del padre di Giusy Concina),    nel consueto, splendido scenario delle montagne carniche.  
E' questa una manifestazione a carattere ecologico, che ha coinvolto tutti i veicoli a quattro ruote motrici desiderosi di percorrere le vie della Carnia e scoprire i  pregi di questa regione.
 L'ecologia è un tema molto importante per i fuoristradisti in genere ed è per questo che tutti i partecipanti , lungo il percorso hanno raccolto  rifiuti che le piene dell'inverno hanno portato a valle o che, a parte le forze della natura,  sono stati abbandonati.
Il risultato,  un "bottino" di tutto rispetto che si aggirava sui 47 quintali. 
 L'inizio della manifestazione ha avuto luogo a Tolmezzo,  in Piazza Gortani  , dove le vetture provenienti da diversi paesi (Germania, Austria, Slovenia e Svizzera) si sono schierate al via; dopo il saluto del Sindaco di Tolmezzo,  Cuzzi e del Presidente del Consiglio Regionale, Martini, gli equipaggi hanno preso il via.
 Le adesioni anche per questa quinta edizione sono state numerose, grazie alla bellezza del percorso, agli splendidi paesaggi di alte conifere della Carnia, nonchè ai buoni prodotti gastronomici che hanno allietato gli equipaggi lungo le varie soste previste nel tracciato di 100 km. Questo ha toccato 7 comuni carnici; tra cui Enemonzo, ove i "concorrenti" hanno visitato il Caseificio ed assaggiato i prodotti caseari, nonchè i prodotti del Laboratorio Dolciario De Marchi, che hanno rinvigorito anche i fuoristradisti più stanchi.
 Nella  manifestazione  non sono mancati il divertimento e lo spirito di solidarietà che caratterizzano il mondo del fuoristrada, infatti c'è stato chi ha sbagliato strada ed ha dovuto procedere "a ritroso" per diversi km, c'è chi ha affrontato un guado in modo "marinaresco" restando a mollo per qualche attimo, ma subito soccorso dai veicoli dell'organizzazione, altro protagonista il clima; davvero bizzarro per un tranquillo week-end di Giugno. Infatti sulle pendici montane si è vista una coltre di neve, e sul percorso il maltempo si è fatto sentire con trombe d'aria e pioggia insistente, tanto che l'arrivo presso lo stabilimento termale di Arta Terme è avvenuto in anticipo.
 Il risultato è stato comunque entusiasmante: la raccolta dei rifiuti  ha visto un'ardua battaglia tra due equipaggi che hanno addirittura effettuato più viaggi al punto di raccolta e pesatura rifiuti.
La vittoria è andata al veneziano Nalesso Valerio che con un Nissan Pick-up ha raccolto un quantitativo davvero incredibile, mentre  il secondo posto è stato raggiunto dal Tolmezzino Tomat Giampietro che ha vinto anche il premio fedeltà, in quanto è l'equipaggio che per tutti e 5 gli anni si è adoperato nella raccolta di rifiuti con vero impegno.
 Un premio particolare per  la sua tenacia è andato al modenese ottantenne Valter Bellei che a bordo del suo Mercedes G ha dominato lungo il percorso, nonostante alcuni problemi al motore del suo mezzo. Problemi di carattere meccanico ci sono stati anche per un equipaggio del Team Tarvisiano: il Jeep Wrangleer di Plozner Carlo che ha attraversato un guado "bevendo un pò d'acqua", ma fortunatamente tutto si è risolto per il meglio.
 Così mentre la pioggia cadeva incessantemente, presso lo stabilimento Termale  i concorrenti hanno assistito alle premiazioni allietati dalle note musicali del Duo Dorissa, in una cornice particolarmente suggestiva, grazie anche all'intervento dell'Azienda di  Promozione Turistica della Carnia, della Poldo spa, del Corpo Forestale Regionale che hanno collaborato in modo molto attivo all'organizzazione della logistica, e del percorso.
L'appuntamento - dicono gli organizzatori -  è per l'edizione 2002, con novità e tanto spirito ecologico.


 
Vuoi leggere i diari di viaggio di Giusy?: www.emmeerre.com/diario1.htm