Nuova Zelanda: Motueka
 

DA vedano al lambro (mi)

in Nuova Zelanda

passando per

il sito  Donne in Carnia

   

Proprio così: Barbara e Lorenzo organizzano un viaggio in Nuova Zelanda e, navigando in Internet, scoprono la pagina di questo sito dedicata al viaggio virtuale in questa meravigliosa terra. Quindi, come leggerete di seguito, decidono di arrivare anche fino a Motueka e conoscono Sandro e Laura.


 

"Che cosa possono avere in comune un sito web sulla Carnia e un viaggio in Nuova Zelanda?
Per la maggior parte delle persone la risposta è forse ovvia: niente!
Ma per noi non è stato così, anzi, questo sito ci ha permesso di riorganizzare un viaggio ormai quasi ultimato e di conoscere due persone molto speciali: Sandro e Laura che ci hanno fatto conoscere una Nuova Zelanda veramente magnifica.
E’ stato infatti un viaggio virtuale in Nuova Zelanda trovato casualmente su questo sito e scritto da Laura il primo contatto che ho avuto con lei:”Perché non mandare una e-mail a questa ragazza per farci dare delle dritte su questo lontanissimo paese?”

Ma oltre ai vari consigli è nata una simpaticissima corrispondenza tra noi che ci ha spinto a modificare il nostro itinerario e trascorrere due giorni nel loro accoglientissimo bed&brekfast "Airone Cinerino".

 

Dopo un tour nell’isola del Nord ci siamo trasferiti nell’isola del Sud: visitato Queenstown  ci siamo spostati verso Christchurch e da qui con un’auto abbiamo raggiunto Motueka dove vivono Sandro e Laura.

Dobbiamo dire che questi  350Km sono stati veramente la conferma di quello che avevamo letto in un’intervista ad un Maori e che ci era rimasto impresso nella mente: al giornalista che gli chiedeva se era mai stato in Europa lui rispondeva:”Sì, ci sono stato, però da voi non c’è niente da vedere”

Niente? Le città, l’arte, i millenni di storia? “Però non avete nemmeno più una foresta!”

Questa zona, forse ingiustamente esclusa dalla maggior parte dei tour turistici, rappresenta  tutto quello che una persona pensa di trovare in Nuova Zelanda: praterie popolate da migliaia di pecore, fiumi che scorrono rigogliosi fra fioritissimi prati verdi, foreste di faggi e felci cui fanno da sfondo montagne ricoperte di boschi

 


 

Ed eccoci finalmente a Motueka circa 6000 abitanti che si trova nel cuore di una zona di coltivazione di frutta e luppolo.

Da qui con la nostra espertissima guida Sandro abbiamo  percorso un sentiero all’interno del Abel Tasman National Park adagiato lungo la costa ed è proprio il sentiero costiero quello che ci ha fatto conoscere la bellissima Golden Bay : naturalmente Sandro non ci risparmiato le sue lezioni di botanica e di geologia che devo dire ci hanno entusiasmato e ci hanno fatto capire molte cose di questo paese!

Siamo ripartiti da Motueka con un po’ di commozione per il fatto di lasciare due amici conosciuti casualmente tramite internet ma che resteranno sempre un piacevolissimo ricordo grazie alla loro cordialità e simpatia!"

Barbara e Lorenzo Buraschi